Quinta Malattia o Megaloeritema Infettivo: Sintomi e Trattamento

Categorie: Malattie

megaloeritema epidemico Quinta Malattia o Megaloeritema Infettivo: Sintomi e TrattamentoLa quinta malattia, è infettiva ed è di tipo virale non batterico. La quinta malattia o megaloeritema infettivo, si trasmette semplicemente parlando oppure con le goccioline che escono da naso o bocca a causa di tosse o starnuti. Il periodo in cui è più facile contrarre questo tipo di malattia, è il periodo dei pollini, la primavera. Il periodo di incubazione del megaloeritema può essere breve o lungo, variando così dai 4 ai 14 giorni, in alcuni casi si arriva addirittura alle 3 settimane. Non ci sono sintomi particolari che possano avvisarci che il bambino ha contratto questa malattia, si inizia a vedere quando compare il rossore localizzato solamente sulle guance; e col passare dei giorni si nota qualche macchiolina rossa sensibile al tatto, che si espandono poi al tronco, agli arti superiori ed inferiori e, anche alle natiche.

Questo sfogo sulla pelle può causare anche prurito, infatti, le bollicine tendono a schiarirsi solamente col passare dei giorni, nel caso dei bambini bisogna stare attenti che non si grattino magari utilizzando il talco mentolato. La quinta malattia, dura in media generalmente 11 giorni ma può anche durare 4o5 settimane; lo sfogo sulla pelle può ripresentarsi in situazioni di forte stress o bagno caldo. Ma come si cura questa malattia? Non c’è una cura specifica, alcuni somministrano solamente degli antistaminici per il prurito. Il megaloeritema infettivo nonostante il nome, è una malattia di forma lieve per questo non esiste un vero e proprio vaccino per prevenirla. Rispetto alle altre malattie, la quinta malattia non necessita l’allontanamento del bambino dalla scuola per tutta la durata della malattia poiché dopo la comparsa delle bollicine il bambino non è più contagioso. La quinta malattia per i bambini può essere pericolosa in presenza di forme di anemia emolitica cronica come la talassemia provocando in questo modo un brusco arresto della produzione di globuli rossi.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!